Home
  1. Piccanti Trio
  2.  
  3. L'operaio, l'ex moglie e la partner del B&B

L'operaio, l'ex moglie e la partner del B&B

Quando il medico le ha consigliato un fine settimana prolungato di relax, non ha pensato certo di viverne uno così...

Un uomo scopa due donne

Non si vedono da molto tempo. Prima era diverso. Quando abitavano ancora nella stessa città si vedevano spesso, anche dopo il divorzio. Da allora sono cambiate molte cose. Il lavoro li ha separati anche sessualmente. E ora che si sono dati appuntamento in questo B&B di campagna, che tanto somiglia a un agriturismo, hanno intenzione di recuperare il tempo perduto.

Sono a conoscenza che la struttura è praticamente vuota. C'è solo una donna come altra cliente. Lei ha scelto questo posto per rilassarsi. Anche il dottore le ha consigliato un po' di relax, le disse avrebbe fatto bene al suo organismo. Non sapeva ancora quanto...

La coppia è rumorosa. Si sente distintamente e non riesce a riposare così. Si gira e si rigira nel letto. Affonda la testa nel cuscino, ma non c'è verso: sono troppo rumorosi!

Arrabbiata si alza e va a bussare alla loro porta. Una, due, tre volte. Ora è silenzio. Qualcuno apre la porta. È lui con la vestaglia della ex indosso. Non sa più cosa dire, vede distintamente la protuberanza gonfiare la vestaglia. Balbetta che lei sente tutto. Ed è lì per un poco di relax. Comprende la loro eccitazione e si scusa di averli disturbati.

La ex, molto spudorata, — per questo lui l'aveva lasciata, salvo pentirsene poco dopo — invita la giovane donna a unirsi a loro. Non che fossero anziani. Avevano superato da poco i 45 anni entrambe. Mentre la graziosa ragazza ne avrà avuti 28, 32 al massimo. Poi non è prosperosa quanto lei, non le avrebbe fatto concorrenza: lui s'innamora di quelle che hanno le tette grosse.

È accalappiata e non riesce a liberarsi. Lui con una mossa rapida prima scopre il membro mostrandolo in tutta la sua lunghezza, che la lascia senza fiato, e poi la tira dentro chiudendo la porta.

"Mio Dio — pensa lei — non ho mai visto un cazzo così grande in vita mia". In effetti lei non ne ha presi molti, anzi, solo due: a 18 anni e poi a 25. Sono un po' di anni che...

Il dottore non si azzardò ma con relax intendeva proprio questo: una sana scopata.

Lei si lascia prendere, non oppone nessuna resistenza. Lui lascia cadere la veste mostrandosi nudo davanti a lei. Il fisico scolpito dalla palestra la lascia per la seconda volta senza fiato. La prende e la bacia. Incomincia a spogliarla e lei timidamente tocca il lungo cazzo. Prova gusto, tanto gusto e continua a carezzarlo.

La ex gode a quella vista. Non vuole essere spettatrice e aiuta il compagno a denudarla. La quasi trentaduenne si ritrova in piedi, tutta nuda e come infilata in un sandwich di piacere. Davanti a lei il lungo membro sempre più gustosamente masturbato e dietro la donna, che stringe il suo culetto e lo prende a schiaffi, quando non le infila due dita nell'ano: quando le ricevette la prima volta non se l'aspettava. Emise un gridolino di piacere. Pensò: "In fondo non è proprio ciò che mi ci voleva?"

S'inginocchia davanti a lui. Ricorda bene come si fa. Lo prende in bocca trattenendolo con una mano. Lei lo tiene in bocca e l'altra succhia le sue palle. Quello si sente così stimolato che si eccita ancora di più. Con le due mani prende la testa della astinente e le penetra la bocca: una, due, tre, quattro, cinque volte. Resiste bene, ma ora lo vuole la ex compagna.

"Tieni. Te lo do come ai vecchi tempi. Prendilo tutto in bocca, sì! Dai! Ah! Così! Succhiami l'uccello!"

Ora lui ha voglia di entrare nella fresca vagina della giovane, che giace sul letto a gambe aperte a trastullarsi il clitoride, mentre gode della scena davanti a sé.

"Lo vuoi? Lo vuoi il mio cazzo?" Dice lui, mentre la compagna di tante scopate continua a succhiargli l'uccello.

"Sono qui che ti attendo".

La ex si fa di lato rimanendo in ginocchio, lui si porta verso il letto e trascina la fresca vagina verso la sponda. Le entra dritto. Desideroso di appagarla. Lei urla subito.

"Aaah! Aaaah!"

La ex moglie dell'operaio, divertita: "Allora anche tu urli". È lì vicina a lei che lo prende nella vagina. Le manca da circa cinque anni. Si può comprendere il godimento immediato. Al quale si aggiunge il piacere provocato dalle labbra di quella avvenente quarantacinquenne: le masturba i piccoli capezzoli mandandola in delirio.

Urla! Urla di piacere. "Aah! Aoh! Aaaah! Aooah!"

La tiene per le gambe stretta a lui e la penetra a bordo letto: ripetutamente. Urla già così tanto, ma non è ancora nulla in confronto al piacere che sta per provare.

È diventata l'oggetto del loro piacere. L'ha capito dal primo istante. Ora si ritrova distesa sul letto, la testa le sporge di poco e il cazzo di lui è in bocca. Il suo clitoride è masturbato dalla lingua della tettona che, non contenta, mette un capezzolo irto e arrapato tra le labbra della vagina. Come fa a farle provare così tanto piacere? Non ha ancora fatto caso a quanto sono sporgenti quei capezzoli. La tetta le provoca un godimento ancestrale. Da quanto tempo non gode... E mai ha goduto così.

La sua timidezza le ha precluso molte strade del piacere. Solo una coppia così spigliata può riaprire quelle strade. Pensa che quella è una fortuna. Un pisello capitatole a ciel sereno... È così il detto...?

§§§§

"Aah! Aaah! Uuuh! Sii! Sì! Sì! Sì!"

Saltella su quel lungo cazzo mantenendosi alla spalliera del letto. Una posizione più classica: lei su di lui. Con la variante di avere la tettona che si fa slinguazzare la fica da lui e masturbare i capezzoli da lei. Ora sì che comprende il perché: assaggia quanto sono lunghe e grosse ste punte di capezzolo...

Una grande goduria. Una eccezionale goduria. Sarebbe andata avanti all'infinito. Fosse stato per lei, non avrebbe cessato di cavalcarlo. Lui però vuole venire. Vuole venire in bocca a tutte e due.

In piedi su un fianco del letto, le due donne sdraiate con la testa sul limite del materasso. Sopra di loro il cazzo lussurioso e lungo. Da quella posizione sembra ancora più lungo.

Non sa perché, prese a carezzargli le palle mentre lui si masturbava sopra di loro per venirle in bocca. È certa che il primo spruzzo sarà per lei. Lo sfregamento delle palle, provoca in quel pene un piacere esplosivo, anche se di solito lui è più effusivo. Questa volta... "Aaaaaaaahhh!" Schizz. ...esplode in un getto lungo che imbratta un po' il mento di lei e un po' va oltre, verso le graziose tette. Il secondo getto in bocca e il terzo, un'effusione di sperma, è per la ex compagna.

È solo venerdì e hanno prenotato fino al lunedì per un fine settimana prolungato. Il più goduto della sua vita.

arrow up

Ti è piaciuto? Goditi il momento di piacere e raccontami nei commenti qui sotto sensazioni, emozioni, fantasie bagnate. Diventeranno una storia. Oppure scrivimi: raccontipiccanti[chiocciola]raccontipiccanti.xyz. (Privacy Assoluta).

Storie Piccanti Recenti

Halloween post party. Scopa amica con accanto marito ubriaco    ♠ Scopata da suocero e fidanzato 10 giorni prima del matrimonio    ♠ Lo psicologo e la psicologa fottono sul lettino del paziente    ♠ Scopata con la mia vicina di casa incinta    ♠ I fratelli gemelli e la sorella. Incesto a tre    ♠ Sesso estivo nel museo con mia sorella