Home
  1. Piccanti x Lui
  2.  
  3. Ho voglia di spruzzarlo da tutte le parti

Ho voglia di spruzzarlo da tutte le parti

Renato e la studentessa universitaria scopata sulla lavatrice attiva

Renato quando è in astinenza è nervoso e irrefrenabile, avrebbe voglia di spruzzarlo da tutte le parti.

— Rivista:
Lo spruzzatore
Foto: pixabay.com.

Renato quando è in astinenza sarebbe capace di spruzzarlo ovunque per casa, tinteggiando le pareti di sperma. Sono tre mesi che va in bianco ed ha una voglia matta di far cantare il pappagallo. E il suo quando canta non smette più. Ne sanno qualcosa le due studentesse universitarie sue vicine di casa, abitavano accanto a lui fino allo scorso anno.

Con loro il pappagallo cantava in maniera speciale. Le performance canore erano al massimo della sua capacità espressiva: sempre. Scoparsi le due giovani poco più che ventenni, riportava la sua vita di quarantaduenne alla giovinezza.

Quante occasioni mancate in gioventù, a causa della timidezza. Dai 35 anni in poi è diventato uno spregiudicato, giovani e meno giovani le scopa tutte.

E che scopate...

Scopata con la studentessa sulla lavatrice attiva

Un pomeriggio, Sara, la studentessa universitaria che abitava con la compagna nell'appartamento affianco, lo chiamò perché aveva problemi con il bucato. Renato lavora da anni presso una grande lavanderia industriale ed è esperto di lavaggio di tessuti.

"Renato mi aiuteresti con il bucato? Non so se queste mutandine colorate, posso metterle con il nuovo reggiseno rosso appena comprato..."

"Andiamo Sara. Vediamo da vicino."

E lì, sulla lavatrice attiva e a pieno carico, si è scopato Sara la studentessa universitaria per l'ultima volta. Come godeva lei, seduta sulla lavatrice. Renato era salito con i piedi sulla panca usata dalle ragazze per fare ginnastica in casa. Così poteva infilare meglio il pappagallo nella passera di Sara.

Sara a gambe larghe si manteneva bloccando i talloni dietro le gambe di Renato e aggrappandosi con le mani alle chiappe nude del quarantenne. Intensamente lo guardava negli occhi, lasciandosi scopare la figa dall'eccitato vicino di casa.

Lui la teneva per i fianchi e con i denti morsicava i capezzoli teneri. Il cazzo godeva dentro la ragazza di 24 anni e piena di tanta voglia di sperimentare. Sicuramente i quattro anni passati nella casa accanto a Renato, le hanno formato un bagaglio di esperienza sessuale che servirà molto nella vita.

La lavatrice lavava con il programma rapido e ricorda benissimo il momento in cui è partita la centrifuga. Sara saltava sulla lavatrice. Il movimento favoriva la penetrazione del pappagallo nella passera universitaria. Sara si manteneva ai lati della lavatrice. Si manteneva forte, quasi volesse arrestarne l'oscillazione e allo stesso tempo no. Il cazzo scivolava dentro con una facilità estrema. Sara godeva come non mai.

Le palle di Renato saltavano qua e la scosse dai movimenti sussultori della lavatrice. Un piacere intenso, mai sperimentato prima e fu anche, per certi versi, fatale. Nel momento in cui la lavatrice raggiungeva gli 800 giri al minuto, lui veniva senza sosta e senza avere il tempo e il modo di uscire dalla vagina della giovane universitaria.

Buttando un urlo di irrefrenabile passione sessuale appagata, gli venne dentro con molta sborra. Strinse a sé, per quel che poté, la ragazza, per venirle dentro come mai aveva fatto prima con una donna.

Venne e venne, lo sperma prese a colare fuori dalla vagina bagnando il ripiano della lavatrice.

Ancora restava dentro a sferrare gli ultimi colpi di piacere a Sara, venuta con lui. Pian piano rallentava i colpi, come la lavatrice, giunta al termine della centrifuga: il cestello si arrestava, fine del lavaggio.

Al termine della scopata, con il cazzo ancora nella figa, Sara chiese a Renato di avvicinarsi. Passò una mano dietro la nuca per trattenerlo e lo baciò in bocca, a lungo, con la vagina soddisfatta e grondante sperma.

∴ ∴ ∴ ∴ ∴

Seduto sul divano a occhi chiusi, Renato pensa a quell'ultima scopata così intensa e speciale per come si era svolta. Il campanello suona e il sogno sfuma in un istante.

"Chi è?" Domanda aprendo la porta d'ingresso.

"Ciao. Siamo le nuove studentesse universitarie che hanno preso in affitto l'appartamento accanto al tuo."

"Ciao, piacere." Risponde Renato accogliendole con un grande sorriso.

"Sara e Gaetana ci hanno detto che possiamo rivolgerci a te per qualsiasi cosa."

"Certo. Sono qui sempre disponibile."

"Grazie. Ecco, noi avremmo un problema con la lavatrice..."

arrow up

Ti è piaciuto? Goditi il momento di piacere e raccontami nei commenti qui sotto sensazioni, emozioni, fantasie bagnate. Diventeranno una storia. Oppure scrivimi: raccontipiccanti[chiocciola]raccontipiccanti.xyz. (Privacy Assoluta).

Storie Piccanti Recenti

Halloween post party. Scopa amica con accanto marito ubriaco    ♠ Scopata da suocero e fidanzato 10 giorni prima del matrimonio    ♠ Lo psicologo e la psicologa fottono sul lettino del paziente    ♠ Scopata con la mia vicina di casa incinta    ♠ I fratelli gemelli e la sorella. Incesto a tre    ♠ Sesso estivo nel museo con mia sorella