Home
  1. Piccanti per Lei
  2.  
  3. Lulù si eccita leggendo racconti erotici in sottoveste

Lulù si eccita leggendo racconti erotici in sottoveste

La lettura di racconti erotici è per Lulù l'eccitante scacciapensieri notturno. Questa notte la fantasia la conduce a un orgasmo sorprendente.

Lulù si eccita leggendo racconti erotici
Foto: pixabay.com.

Lulù si eccita leggendo racconti erotici in sottoveste

 

Lo smartphone è accanto al porta oggetti nel corridoio, squilla nell'istante in cui lei passa di là a piedi nudi.

'Ciao tesoro! Come va? E il viaggio?'

'Sì sono pronta per andare a letto, ma prima leggerò qualcosa e poi a nanna pensando a te.'

Lulù mente al marito, in realtà penserà molto poco a lui. Non ha mai svelato il segreto delle letture serali. Il marito non conosce le letture erotiche della moglie quando lui è in viaggio di lavoro. Per Lulù leggere racconti piccanti è un rilassante quanto erotico scacciapensieri notturno. In sottoveste di seta, senza mutandine e reggiseno, siede sull'ampio divano a isola. Dalla app del cellulare spegne i faretti a led che illuminano a giorno il salotto. Accende la piccola lampada a luce calda lì accanto per creare la giusta atmosfera. La tv è davanti a lei spenta. Non ama distrazioni mentre legge racconti erotici.

Lulù e il racconto piccante per la notte

Comoda e rilassata cerca su Google la storia piccante. Ecco, ha trovato il racconto piccante per la notte. La storia si carica sul display dello smartphone. Si morde le labbra Lulù. Ama tantissimo eccitarsi leggendo storie erotiche, le piacciono più dei film porno. Trova che un racconto è capace di farle provare molto più piacere, le lascia libertà d'immaginare la scena nella sua testa, sentirsi la protagonista della storia.

Questa sera Lulù ha voglia di tradire il marito. Ha voglia di farlo con un trentenne coetaneo come lui. La storia che ha scelto si intitola Alessia salta sul cazzo dell'amico del marito.

Lulù legge il racconto erotico

Lui è passato per casa dell'amico sicuro di trovarlo, invece è al lavoro. Alessia, la moglie, lo invita a salire e dal caffè passano sul divano a scopare nel giro di 20 minuti di conversazione. Alessia si lascia prendere, permette che lui le faccia quello che vuole. L'amico del marito è un muratore. Ha le mani ruvide e crepate dal lavoro, quando passano sui seni le fanno il solletico. La pelle delle tette avverte la ruvidezza delle mani e si eccita ancora di più. L'amico del marito la piega deciso sul tavolino del soggiorno. Lei stende le mani sul tavolo basso e si gira. Lui cala i jeans e tira fuori il cazzo. E' già duro. L'amico del marito entra nel suo culo senza neanche sputarci sopra, rude le infila il pilastro di cemento armato nel culo. Alessia butta un grido e anche Lulù, poi si copre la bocca. È mezzanotte, le finestre aperte per il caldo, teme qualcuno possa sentirla.

Lulù alza la sottoveste e tocca la sua intimità trovandola dolcemente bagnata. Un rivolo è colato sul divano chiazzandolo. Tocca il clitoride Lulù, piano lo stimola, spalanca la bocca per il piacere e riprende la lettura.

L'amico muratore di Alessia incula la donna martellando duro. Il largo cazzo dilata l'ano e arriva fino in fondo.

'Ah! Ah! Ah! Di più!'

'Ti sfondo troia! Ti sfondo!' Grida arrapato l'amico muratore.

'Sì, sfondami.' Ripete sotto voce Lulù. Ha lasciato il clitoride per affondare due dita nella vagina bagnata.

Intanto il muratore ha cambiato posizione. Sdraia la donna per terra, toglie i jeans e libero dei panni le allarga le gambe. Alessia ha le tette da fuori, si trastulla i capezzoli. Anche Lulù ha abbassato una bretella della sottoveste ed ha una tetta da fuori. I capezzoli sono eccitati, la pelle delle tette è bagnata dal sudore del calore estivo. Fa un gran caldo e questo rende la serata più eccitante.

Lulù vuole molto di più

Lulù non è pienamente appagata. Si gira come in cerca di qualcosa. Posa lo smartphone sul divano e va in cucina. Accende la luce e punta diritta al centro del tavolo. Dal cesto della frutta prende una banana, la passa sotto l'acqua e ritorna nella living room.

Adesso può vivere la scena rude come Alessia. Lulù introduce la banana bagnata nella figa. Le scivola dentro piano. Lulù appagata tira indietro la testa poggiandola al divano e...

'Ah! Ah! Sì!'

Sogna di scopare con l'amico del marito

Sogna essere Alessia. La banana è il cazzo del muratore amico del marito. Lulù ha invitato l'amico a casa per un aperitivo, il marito è assente per lavoro. L'amico muratore è dentro di lei.

'Ah! Ah! Sì! Sono la tua troia!' Dice Lulù sempre più eccitata.

'Fottimi! Fottimi!'

Lulù sfila via la sottoveste merlettata impregnata di sudore. Il corpo è completamente sudato, come la sera prima, quando il marito le ha messo il cazzo nella vagina sulla lavastoviglie. Non l'aveva mai fatto, è rimasta contenta della sua iniziativa. Avevano appena terminato di cenare, in cucina il calore dei fornelli aveva reso la stanza una fornace, ma la voglia di fare sesso è stata più forte. La lavastoviglie era accesa, lei sentiva i bracci meccanici spruzzare acqua sulle stoviglie all'impazzata. Anche lei era tutta coperta d'acqua, il suo sudore e quello del marito si mescolavano al piacere. Lui la teneva per il bacino, lei si aggrappava ai suoi fianchi, poi alle braccia, infine ha afferrato la lavastoviglie ai lati e inclinando il busto all'indietro ha permesso al cazzo del marito di entrare più dentro. Lui ha cominciato a rantolare forte. Voleva proprio farlo. L'ha fissato e gli ha sorriso, poi ha chiuso gli occhi e alzando la testa al soffitto si è sentita bagnare dentro. Non era la lavastoviglie, ma il marito che riempiva la figa di sperma coniugale. Soddisfatti lo hanno rifatto sotto la doccia.

Lulù non è mai sazia di sesso

Lulù non è mai sazia di sesso e questa sera ne ha voglia ancora. La fantasia del tradimento la eccita particolarmente.

Il muratore ha messo Alessia a pecora sul pavimento, in piedi dietro di lei sposta il baricentro in avanti e dirigendo il cazzo nel culo ci entra una seconda volta. Alessia si gira, prova a vedere come l'amico del marito le entri nel culo. Quel cazzo le sta piacendo tantissimo e non è detto che sia l'ultima volta.

'Ah! Ah! Ah!'

Lulù immagina fare sesso col giovane fruttivendolo

Lulù ansima forte. Avverte dentro la vagina il cazzo vero non la banana comprata al mattino dal giovane fruttivendolo. Frequentano la stessa palestra e da lui volentieri si farebbe fottere cavalcandolo sulla panca piana. Spesso ha sognato che lui la coglie di sorpresa nello spogliatoio delle donne al termine dell'ora di allenamento. Immagina di essere sotto la doccia. Si lascia infilare il cazzo nella vagina senza fiatare: ansima e basta. Bagnati dall'acqua fresca la fatica scivola via e lascia il posto all'eccitazione. Il giovane fruttivendolo la prende in braccio, poggia la schiena alle piastrelle bianche della doccia, gli entra desideroso di appagarle ogni piacere più perverso.

L'orgasmo sorprendente

Lulù non ne può più. La storia porno, le fantasie erotiche notturne, la fanno impazzire di piacere. Si contorce eccitata con le gambe aperte sul divano. Ha mollato lo smartphone, la storia di Alessia e del tradimento con l'amico muratore è nella sua testa. Non ha bisogno di leggere oltre. La banana affonda, le dita dell'altra mano sfregano il clitoride.

Per stimolare solo l'ingresso della vagina fa entrare la punta della banana. Appena 5 - 6 centimetri di banana sono dentro di lei.

Le gambe divaricate, i piedi poggiati sulla seduta del divano. Lulù spinge la schiena contro lo schienale. La testa sprofonda nel morbido tessuto. Ha gli occhi sgranati, la bocca spalancata. Ansima forte Lulù. Se ne fotte se qualcuno la sente, anzi, questo aumenta la sua eccitazione. Magari un maschio suonasse il campanello, gli aprirebbe e lo farebbe sborrare nella vagina.

'Ah! Ah! Ah! AAaah!'

Lulù non ha più bisogno neppure della fantasia, l'eccitazione è al culmine, l'orgasmo è a soli pochi secondi dallo scoccare dell'una di notte.

'Aaah! AAah!'

Lulù raggiunge il climax, le manca il fiato. Chiude gli occhi, la mano perde un po' di forza ma continua a far penetrare la banana dentro di lei. Le piace quando il marito resta dentro dopo che sono arrivati all'orgasmo.

Lulù riapre gli occhi, guarda la vagina. Il divano è zuppo. Anche lei è zuppa di sudore. La pelle del corpo è come tanti fiumi di passione che scendono verso valle.

Lulù riprende fiato, ma quanto desidererebbe ricominciare ancora.

Dedica

A SweetHotLulú, che in sottoveste legge Racconti Piccanti ed ha ispirato questo racconto erotico.

arrow up

Ti è piaciuto? Goditi il momento di piacere e raccontami nei commenti qui sotto sensazioni, emozioni, fantasie bagnate. Diventeranno una storia. Oppure scrivimi: raccontipiccanti[chiocciola]raccontipiccanti.xyz. (Privacy Assoluta).

Storie Piccanti Recenti

Scopata da suocero e fidanzato 10 giorni prima del matrimonio    ♠ Lo psicologo e la psicologa fottono sul lettino del paziente    ♠ Scopata con la mia vicina di casa incinta    ♠ I fratelli gemelli e la sorella. Incesto a tre    ♠ Sesso estivo nel museo con mia sorella    ♠ Gustavo e la moglie fanno sesso prima delle vacanze estive