Home
  1. Piccanti x Lei
  2.  
  3. L'italiana in America soddisfatta dal cazzo nero

L'italiana in America soddisfatta dal cazzo nero

Dopo la grande delusione la storia è finalmente conclusa. Può concedersi un viaggio per allontanare da sé tutto e ritrovare il piacere.

Donna bianca soddisfatta da cazzo nero
Foto: http://multi.xnxx.com.

Non aveva mai fatto sesso con un nero, non perché fosse razzista semplicemente non ci aveva mai pensato. Mai neanche si era presentata l'opportunità d'essere corteggiata da un uomo che avesse il colore della pelle diverso dal suo.

Dopo il divorzio ha deciso di concedersi una vacanza negli Stati Uniti d'America e qui l'ha conosciuto in un locale. È stato così gentile e bravo a sedurla... Non ha potuto e voluto dirgli di no.

Così questa sera sono insieme nella camera d'albergo a pochi isolati da Central Park.

Lui si è spogliato davanti ai suoi occhi curiosi, diventati esterrefatti quando si è mostrato completamente nudo. Ha visto il petto gigante e palestrato restando incredula davanti lo spettacolo: muscoli scolpiti come quelli di una statua. Ha visto l'affare nella mutanda bianca contrastare con il colore scuro della pelle; un affare gigantesco, mai visto prima in vita sua ed è rimasta a bocca aperta, gli occhi sgranati. Quasi sbava, ma non dalla bocca, dalla vagina.

Quando lui è salito sul letto e con la lingua ha toccato la mutandina di pizzo, l'ha trovata già tutta impregnata di umori. Ha sorriso e continuato a leccare la mutandina. Lei ha allargato e poi richiuso le gambe senza riuscirvi. Lui ha sfilato la mutanda e preso a leccare profondamente la vagina bagnata.

Gli tiene la testa tra le mani mentre si lascia leccare e ad occhi chiusi torna a godere dopo tanto tempo. Sente che questa volta è speciale perché diverso. Gode forse come mai prima.

Adesso è distesa con lui sopra, si baciano, le gambe avvinghiano il bacino scuro. È eccitata dal contrasto dei colori. La sua pelle così chiara contrasta con la pelle scurissima di lui. Non fa a tempo a terminare il piacevole pensiero...

"Aaah!"

Entra con il lungo e largo cazzo nero nella vagina bianca tutta bagnata di umori. La passione della prima penetrazione nera riverbera in tutto il suo essere, tutte le cellule del corpo hanno provato godimento per il magnifico ingresso.

Lui è virile ma dolce. Nonostante la stazza, peserà 100Kg per un metro e 90 centimetri, dosa la potenza di fuoco. E che potenza di fuoco! L'affare entrando ha allargato il buco assetato a secco da oltre 4 anni. Un lungo tempo senza ricevere soddisfazione sessuale.

Tutto non entra è troppo lungo, 23cm di cazzo nero sono troppi per la sua farfalla bianca. Lui si è accorto del canale corto e non spinge troppo affondo. Anche se è difficile non calcare la mano, perché lei è piccoletta e dal corpo eccitante.

Gli stringe i seni bianchi tra le mani brunissime. Gode all'inverosimile e spinge dentro il cazzo, lei grida di passione.

Quanta passione. Quanto erotismo bianco e nero tra i due.

"AAAH! Sì! Continua!" Dice lei.

"Oh Yeah!" Risponde lui.

Quel cazzo gigante sprofonda dentro di lei. Vorrebbe che scendesse di più e allora allarga le gambe ma non scende.

Quando lui sale, la pancia si stacca da lei e riesce a vedere il grosso palo dentro di lei. Dio come le sta piacendo! Vede quella canna scura e rigidissima dissetare i suoi sensi, allontanare da lei la tristezza.

"Sì! Di più! Di più! Non fermarti! Continua! Fammi nera."

Lui non comprende l'italiano, capisce benissimo che a lei piace e allora osa di più. Spinge forte il grosso stantuffo nero nella vagina. Lei si aggrappa a lui per scaricare il dolore: grida.

Le piace, lo vuole, incita a farlo ancora: lui allenta le briglie. Si lancia verso una corsa folle. Si alza sulle braccia muscolose, lei si aggrappa con le mani a quei due pilastri. Fissa i suoi occhi a bocca aperta, lui ricambia e spinge oltre ogni limite. Le voci si confondono. Il letto dell'albergo non sta più fermo al suo posto.

Si baciano ancora. Lei si trattiene ancora. Lui vola su e giù con il bacino entrando dentro di lei. Su e giù con l'enorme palo di legno brunissimo. Lei lo guarda, lui sta per venire. Allarga le gambe per accoglierlo meglio.

Lascia la presa sicura intorno alle braccia e porta entrambe le mani alle palle di lui. Delicatamente le accarezza.

Nessuno gli aveva mai accarezzato le palle mentre sta per venire. Lei lo faceva spesso con i suoi partner.

Che emozione quando le palle iniziano a fremere alcuni istanti prima dell'eiaculazione, vibrano tra le mani. Queste tremano diversamente dalle altre, sono particolarmente grandi. Avverte sotto i polpastrelli la vibrazione dell'orgasmo, lo sperma che abbondante corre lungo il palo.

L'uomo emette un sonoro e cavernicolo suono di piacere assordante. Resta dentro e sembra non volersi fermare più.

Ancora accarezza le palle e quando lo sperma fuoriesce dalla vagina, le dita si imbrattano. Lui ancora sale e scende; tocca il palo unto di seme delicatamente con le dita della mano destra, i polpastrelli si ungono di sperma. Porta le dita alla bocca e lecca con la lingua, guardando lui negli occhi.

"I like it."

Questa notte assaggerà cazzo nero per molte ore ancora.

arrow up

Ti è piaciuto? Goditi il momento di piacere e raccontami nei commenti qui sotto sensazioni, emozioni, fantasie bagnate. Diventeranno una storia. Oppure scrivimi: raccontipiccanti[chiocciola]raccontipiccanti.xyz. (Privacy Assoluta).

Storie Piccanti Recenti

Halloween post party. Scopa amica con accanto marito ubriaco    ♠ Scopata da suocero e fidanzato 10 giorni prima del matrimonio    ♠ Lo psicologo e la psicologa fottono sul lettino del paziente    ♠ Scopata con la mia vicina di casa incinta    ♠ I fratelli gemelli e la sorella. Incesto a tre    ♠ Sesso estivo nel museo con mia sorella