Home
  1. Piccanti Etero
  2.  
  3. Ti devo riempire di sborra

Ti devo riempire di sborra

A poche settimane dal matrimonio, Anna e Valerio hanno deciso di astenersi. Ma prima, un'ultima sborra non concordata la dovrà riempire.

— Rivista:
Scopata in albergo

A Valerio e Anna mancano poche settimane al matrimonio. Dopo 5 anni di fidanzamento si sposano.

Valerio questa sera è molto eccitato. È rientrato a casa in licenza, per prepararsi al grande evento. Ha deciso con la futura moglie di astenersi nelle prossime settimane, concedendosi però un'ultima notte di fuoco. Così potranno presentarsi all'altare casti, come vuole la tradizione delle rispettive famiglie.

Valerio è deciso a riempirla di sborra. Questa volta non si vuole proprio trattenere. Di solito le viene nel culo per non farla rimanere incinta o usa il condom. Questa volta se la porta all'altare con il piccolo nella pancia.

Appuntamento alle 19.00

Valerio passa a prendere Anna alle 19.00. Sono diretti al nuovo ristorante in collina poco sopra il paese, dicono si mangia molto bene. Ha prenotato una stanza nell'albergo accanto al ristorante, così non dovranno fare molta strada per soddisfare le voglie di giovani fidanzati, prossimi al matrimonio.

Anna è come sempre fantastica nelle sue curve senza un filo di grasso. Alta ed esile, Valerio, quando fa sesso con la sua morosa, la gira e rigira come vuole. In confronto ai pesi che alza nella palestra della caserma, lei è una piuma. Una piuma di sesso.

La mano scivola subito tra le gambe e Anna, che attende il suo Valerio e ancora di più aspetta l'arnese che ha tra le cosce da oltre un mese, gli apre le gambe. Così il suo boy ha modo di farla godere mentre arrivano al ristorante.

Cena per due in una serata dal clima mite e pochi abiti indosso. Anna è senza le mutandine e Valerio ha apprezzato subito la scelta, in macchina. Anche il sediolino ha apprezzato, dove una piccola macchiolina umida ha fatto capire in quali condizioni è Anna questa sera.

Il ristorante è quasi un sorvolo. Qualcosa di leggero e poi direttamente in albergo passando dalla porta interna del ristorante.

Stanza al secondo piano. In questo periodo dell'anno l'albergo è vuoto, i turisti arriveranno tra un paio di mesi. Valerio ha voluto il secondo piano per contenere i rumori di lei.

Nella camera d'albergo

Chiusi in stanza, il tempo di posare il bagaglio leggero in un angolo, prepararsi per la notte e sono già a letto. O meglio, Valerio è a letto. Il lenzuolo crea già il classico promontorio.

Anna esce dal bagno come uscisse da un film americano. Vuole proprio imitare la scena di un film hollywoodiano. Anna è in vestaglia di un rosso vivo. Mentre si avvicina al letto inscena uno spogliarello sensuale. Vede il cazzo di Valerio muoversi in tutta autonomia sotto il lenzuolo: a quella scena il pisello non resiste, non si contiene ed esprime tutto il suo apprezzamento ballando.

Anna sale sul letto nuda. Si avvicina come una pantera. Si avventa sulle labbra del fidanzato che subito la prende tra le sue braccia. La accarezza: il seno, la pancia scultorea, i fianchi, tutto. La bacia: tanto.

La stende sul letto e dopo averla baciata dalla punta del mento al clitoride, si concentra sulla vagina. Con la punta della lingua simula la penetrazione del pene, provocando intensa consolazione ad Anna. Slinguazza tutta l'area e poi torna al clitoride, facendole emettere i primi vocalizzi di sesso della serata: è solo l'inizio.

Tocca a lei divertirsi con il fallo del fidanzato. Valerio pregusta l'imboccata, mentre si stende sul letto e incrocia le braccia dietro la testa poggiandole sul cuscino.

La bella Anna, con i suoi occhioni verdi, inizia a slinguazzare il pisellone: "Uuuh! Da quanto tempo." Prorompe Valerio.

"Mi è mancato. Mi è mancato davvero tanto." Risponde la bella Anna.

Ed ora spazio ad Anna, al pompino tanto desiderato dal suo militare. Delle volte Anna, spompina a tal punto il fidanzato da farlo venire in bocca: senza fare niente altro. Di solito lo fa quando non si vedono da tanto tempo e sa che lui, altrimenti, verrebbe troppo in fretta. Questa volta è diverso. Questa è l'ultima prima del matrimonio.

"Uuuh! Sì! Così! Continua! Vai! Prendilo tutto in bocca!"

Anna ci va piano. Lo vede troppo eccitato. E dopo averlo calmato un poco, si mette sopra di lui per ficcarlo nella vagina. Inizia una scopata ritmica e soft. Lenta come una passeggiata. Anna ansima ma non urla. Piano. Il coso entra ed esce dolce. La vagina lo inghiottisce lentamente, sembra che sia la fica di lei, ora, a fare un pompino a Valerio.

Valerio gode. Tocca i seni di Anna, le mani scivolano lungo i fianchi per sostenerla nell'andatura. A tratti piega le ginocchia per permettere al bacino di dare qualche colpo nella fica che, in quei frangenti, grida e grida di piacere.

La coppia si sposta sul bordo del letto. Valerio si siede sul bordo e fa sedere Anna sulle gambe. Il cazzo sceglie il bucherello del culo. La galleria di Anna è stretta. Nonostante le tante infilate degli ultimi 5 anni... non cede. Anna gode e urla. Sul cazzo ci salta come un canguro.

Cambio posizione, sempre nel culo. Anna a 90 su un lato del letto, stringe tra le mani il lenzuolo e Valerio la prende in pieno nel culo: sul lavoro è un bravo cecchino.

Anna urla. Il buco è stretto. Valerio tenta per l'ennesima volta di allargarlo.

Caro Valerio. Ora che ti sposi... avrai tutta una vita per sbanarlo! Non ci aveva pensato.

Cambio posizione. La prende, la gira e la infila nella vagina a bordo letto. Un bel letto. Alto al punto giusto per centrare con il pisellone, l'obiettivo fessura pelosa senza difficoltà.

Anna è fuori. Le sue sono solo urla. Valerio se la gode. E pensa come farà, quando saranno sposati e avranno figli un poco più grandi: "Babbo: la mamma perché urla la notte?"

Anna può urlare adesso. Il secondo piano dell'albergo è vuoto. Valerio a tratti aumenta il ritmo per godere di più.

E cambio posizione. Anna sdraiata sul letto, le piega le gambe e lui in ginocchio davanti a lei entra nella fica gioconda. Gioca a: 'Un po' dentro e un po' fuori'. Anna se la ride. Poi si rattrista perché la vagina è lasciata sola. Valerio strofina il pene sul clitoride per farle sentire la presenza. E dentro a ritmo sostenuto e in fine lento.

Ancora qualche cambio di posizione, ma Valerio sente che il suo fucile di precisione vuole sparare e non può trattenerlo oltre.

Diversamente dalle altre volte, mette Anna giù e lui su. Nella classica posizione del missionario. Eh, benedetto missionario...!

Anna capisce che c'è qualcosa di diverso. Sa che Valerio sta per venire e dapprima non capisce quella posizione. Poi si ricorda che al matrimonio manca poco e allora... sorride, apre le gambe, le aggroviglia intorno al bacino di Valerio e: "Sì. Vienimi nella Annuccia amore mio. Ungimi di sperma."

Valerio è già dentro. Non ce la fa più. Entra ed esce a più non posso. Il letto cigola. Anna urla a bocca spianata. Valerio ansima. La spalliera del letto batte contro il muro e Anna urla. Il bel pisellone struscia lungo il canale di Anna. Il godimento è eccezionale.

Quella bella testuccia del cazzo di Valerio è al massimo del desiderio. "Aaaaaahhh! Aaaahhhh!" Spruzza tanto di quello sperma, che Anna veramente crede ci sia un'inondazione in atto nella sua vagina.

Valerio viene. Il fucile bombarda di bianco seme tutto il canale di Anna, il quale non aveva mai provato prima questa sensazione: piacevole.

Lei è venuta per la seconda volta, insieme al compagno. Lo tiene tutto stretto a lei. Tutto abbracciato, mentre lui getta gli ultimi rivoli di sperma.

Il pisello, dopo aver lubrificato a quel modo la vagina, scivola ancora meglio. Ad ogni colpetto porta fuori un po' del candido liquido e cola giù, bagnando la pelle sudata di Anna.

Auguri! E figli maschi!

arrow up

Ti è piaciuto? Goditi il momento di piacere e raccontami nei commenti qui sotto sensazioni, emozioni, fantasie bagnate. Diventeranno una storia. Oppure scrivimi: raccontipiccanti[chiocciola]raccontipiccanti.xyz. (Privacy Assoluta).

Storie Piccanti Recenti

Halloween post party. Scopa amica con accanto marito ubriaco    ♠ Scopata da suocero e fidanzato 10 giorni prima del matrimonio    ♠ Lo psicologo e la psicologa fottono sul lettino del paziente    ♠ Scopata con la mia vicina di casa incinta    ♠ I fratelli gemelli e la sorella. Incesto a tre    ♠ Sesso estivo nel museo con mia sorella