Home
  1. Piccanti Etero
  2.  
  3. La rossa 19enne e il giovane tecnico dei telefoni

La rossa 19enne e il giovane tecnico dei telefoni

La rossa di 19 anni, dominatrice di cazzi, scopa il tecnico diciannovenne nella sua stanzetta color verde pisello

Giovane rossa inculata gode

"Io ho 19 anni" gli dice dritto negli occhi. "Quindi sono maggiorenne e faccio quello che voglio", continua parlandogli nell'orecchio, mentre con rapidi gesti delle mani, gli sbottona i pantaloni e tirandogli giù gli short boxer blu elettrico, glielo mena nell'aria.

Al 35 enne gli si drizza in pochi secondi, mentre ancora deve riprendersi dallo "shock" provocato dalla decisione e scaltrezza di quella giovanissima rossa tutta lentiggini che ha davanti.

Un gran bel pezzo di giovane donna dai capelli rossi, dagli splendidi occhi color mare. Li ammira mentre la sua boccuccia lentigginosa gli afferra il pene e lo butta giù per la gola. Slap. Slap e tantissimi slurp! Sono gli unici suoni che si avvertono nella sua stanzetta al secondo piano.

Il tecnico è entrato in quella casa mezz'ora fa per rivedere l'impianto telefonico. I genitori avevano chiamato la compagnia telefonica per un guasto all'impianto. Quando lui è arrivato c'era solo lei. Pantaloncini cortissimi e attillati, sopra indossa una corta T-shirt che lascia vedere benissimo gli addominali sagomati dalla palestra. Un fisico ragguardevole. Le dolci tettine raggiungono una bella terza, che... chissà... forse ancora un po' potranno ancora crescere nei prossimi anni.

Quando l'ha vista, Giovanni se ne innamora subito, tanto che l'avrebbe sposata. Ma non conosce neanche il nome.

Lei continua a succhiargli l'uccello. Aveva temuto potesse essere minorenne, per fortuna non lo è. Un'occasione unica. Una giovane così tenera, lì, tutta da scopare. Sì, perché sono solo all'antipasto.

Dopo tante slinguazzate si toglie la t-shirt rossa e mostra le tette dai chiari capezzoli. Mette il cazzo tra i seni, stringe e via con il godimento di Giovanni. Con la lingua lecca il cazzo ogni volta che si avvicina alla fresca bocca. È proprio assetata di cazzo. Così giovane, così vogliosa e tanto esperta. A che età avrà iniziato? Non è il momento di domandarselo.

Giovanni prende l'iniziativa, le bacia i seni. Si avvinghia quasi ai capezzoli delle dolci tette. A lei piace tanto farsi leccare i capezzoli, mentre con la mano destra continua a masturbare l'attrezzo del tecnico telefonico. Lo masturba piano piano, mentre lui si attacca ai capezzoli.

Mmmh! Che bella giornata!!!

Nel vivo della conoscenza

Giovanni vuole entrare nel vivo della conoscenza. Ma non del nome! No, certo. Le toglie il pantaloncino per iniziare la verifica dell'impianto. Le mordicchia il culo, giusto un po' e poi giù la mutandina. Lei gli volta le spalle. E mentre si porta verso il lettino, gira la testa e lo chiama con gli occhi. Poggia un ginocchio sul materasso e le mani alla testata del letto.

"Inculami."

Giovanni in un attimo è dietro di lei. La sistema meglio, apre le natiche e dopo averle leccato per bene l'ano... "Aaaahh!" ...è dentro di lei.

Lei grida. Grida di passione la rossa diciannovenne, la lentigginosa esperta. La bella dagli occhi colore del mare.

Avanti e dietro. Avanti e dietro. Giovanni stende il cavo della fibra ottica nel culo della bella rossa. Affonda il cazzo desideroso di più sesso, fino in fondo. Lei non è affatto dispiaciuta, anzi. Lo vuole proprio tutto. Lo vuole forte. Giovanni schiaffeggia il culo e lei lo aizza ancora di più.

"Fammi vedere cosa sai fare. È tutto qui? Questa è la tua esperienza?" Gli dice lei, mentre ansima sempre più. Giovanni la mette ginocchioni sul letto e le piazza l'uccello nella selva rossa ben rasata. Giovanni le entra dentro deciso. Forte. Lei non parla più. Ora gode solo di tanto piacere.

"Aaah! Aaah! Ah! Ah! Ah! Ah!"

I suoi vocalizzi seguono il ritmo del cazzo di Giovanni. Più lunghi e intensi quando rimane dentro per più tempo; più brevi e acuti quando aumenta il ritmo della scopata anale.

Ma lei è una monellaccia alla quale non le piace subire così. Interrompe Giovanni. Si gira. Lo bacia sbattendogli le tette sui pettorali e poi lo getta sul letto. Ora lo cavalca e mentre se lo mette nella selva contornata di tanta bella peluria rossastra, gode al vedere l'uccello penetrare nel bosco incantato.

"Ah! Ah! Sì!" È dentro, di nuovo dentro. Sono mani nelle mani, e lei guarda il soffitto: è in trans. Quella è la posizione che preferisce: 'la dominatrice di cazzi'.

Saltella sulle palle di Giovanni, ritmicamente e intensamente. Il cazzo non esce mai, sempre dentro. Imboscato nella selva rossa, aumenta il godimento dei due. La bella rossa lo domina guardandolo intensamente negli occhi. Lui si perde, è naufrago in quegli occhi belli come il mare.

Si ferma e gioca con lui. Ride. Gli fa qualche scherzo, riprende il ritmo. "Ah! Ah! Ah!" Sorride, contenta di quella marachella sessuale con il tecnico dei telefoni. Non l'aveva mai fatto. Con un tecnico s'intende! Quella stanza, invece, aveva già accolto tanti ragazzi conosciuti sui banchi di scuola.

Là pure lo aveva fatto. Sui banchi di scuola, durante le agitazioni autunnali. Aveva appena 18 anni e frequentava il quarto anno. Si fece scopare da un bel maschietto del quinto anno. Si conoscevano già, appartenevano alla stessa sezione.

Ansima sempre di più. Al comando c'è ancora lei. Giovanni si è lasciato vincere dalla sua bellezza. E poi da lì sotto gode stupendamente. Ma a lei, alla fine, piace essere dominata. E va sotto. Giovanni infila l'arnese nella meravigliosa vagina rossa bagnata. Lei stringe le gambe intorno al bacino del tecnico e poi con i piedi lo spinge e lo aizza a montarsela più forte.

"Che rossa assetata di sesso — pensa Giovanni —, come mi piace farmela."

Giovanni ansima ed emette suoni profondi. La rossa l'accompagna con i suoi richiami d'amore.

"Quando stai per venire... — gli dice — Mmh! Ah! Ah! Quando stai per venire esci e buttamelo sulla pancia e verso le tette. Ah! Ah! Ah! Spruzzami tutta! Sì! Ah! Ah!"

Giovanni è infuocato, aumenta il ritmo. Il pene scivola lungo le pareti della vagina a grande velocità, procurandole un piacere immenso. Lei grida! Grida di letizia!

Ed entra, esce. Entra, esce. Entra, esce ... Giovanni. Il pisello gonfio di piacere provoca i gridolii della bella rossa di diciannove anni. Lei si mantiene a lui abbracciandolo. Gode da svenire per il tanto piacere provocato dal pisello di Giovanni.

Vai Giovanni! Vai! Non ti fermare! È tua! Il cazzo super duro è un martello pneumatico senza sosta.

Lei, che non ha mai provato il cazzo di un ragazzo così tanto più grande di lei, è già venuta una volta; lui mette alla prova la sua capacità di resistenza in una situazione a così elevato contenuto erotico. Quando gli sarebbe più capitato di farsi una ragazza di 19 anni, così bella e vogliosa di sesso. Ed allora dentro, a godere di lei. Dentro, a godere della succosa vagina. Bella, lubrificata. Le scivola dentro che è una maraviglia.

La resistenza si attenua, viene meno. Lo avverte mentre le stringe le tette. Il suo cazzo è pronto al decollo dalla rampa di lancio di Cape Canaveral. Sta per eruttare come l'Etna a Capodanno. Le luci verdi sono tutte accese. Il cazzo gli sta per esplodere nella rossa selva.

Lei comprende che a breve il tecnico le sarebbe potuto venire dentro. È così in preda alla passione erotica che non può farci nulla. Giovanni vuole godere fino all'ultimo, fino all'ultima penetrazione. Gli sarebbe piaciuto tanto venire in quella giovane fica rossa, ma sa che dovrà essere diversamente.

Ed ecco. Il cazzo gli sta esplodendo... Un'ultima volta dentro, e poi... Flush!! Sulla pancia dagli addominali scolpiti e fin sulle tette dai capezzoli chiari, come lei ha desiderato.

Giovanni si accascia accanto a lei. Di tornare al lavoro non se ne parla.

arrow up

Ti è piaciuto? Goditi il momento di piacere e raccontami nei commenti qui sotto sensazioni, emozioni, fantasie bagnate. Diventeranno una storia. Oppure scrivimi: raccontipiccanti[chiocciola]raccontipiccanti.xyz. (Privacy Assoluta).

Storie Piccanti Recenti

Halloween post party. Scopa amica con accanto marito ubriaco    ♠ Scopata da suocero e fidanzato 10 giorni prima del matrimonio    ♠ Lo psicologo e la psicologa fottono sul lettino del paziente    ♠ Scopata con la mia vicina di casa incinta    ♠ I fratelli gemelli e la sorella. Incesto a tre    ♠ Sesso estivo nel museo con mia sorella